Cambiamenti – I dolori e la mente

IMG_2456

#Diariodibordo, Data terrestre 25 marzo 2017

Camminare per sentieri di montagna in completa solitudine è una esperienza rilassante e sconfortante insieme.

La tranquillità e i silenzi interrotti solo dai suoni nascosti tra le piante permette di staccarsi del contesto per lasciare i pensieri liberi di vagare. Continua a leggere

I perché di una scelta

Il mestiere più difficile è quello del genitore.
La frase, spesso abusata, sigilla una realtà concreta. Continua a leggere

Lei è sempre la stessa

IMG_0855

… in discesa verso le miniere di monte Calamita …          Photo By Alessio Lucchini

L’aria fresca che entra dal finestrino socchiuso della macchina è diversa dall’aria fresca che tagliava la terrazza del traghetto che ci riportava sulla terraferma. Durante la traversata erano ancora le risate e le stupidate a dipingere le espressioni sul mio volto e su quello dei compagni di quattro giorni di pedalate. Anche rientrando all’interno dell’imbarcazione per riposarsi un attimo, l’atmosfera non cambiava, solo sorrisi. Continua a leggere

Iniziare a rinascere

Sole. Caldo.

Pedalo la mia Ibis lungo sentieri che conosco benissimo e che dovrei affrontare con molta meno fatica. Ma il mio corpo non risponde come vorrei, da mesi non lo fa. Sicuramente è solo l’essere alla prima uscita in mtb dopo mesi. Deve esserlo, stavolta.

Continua a leggere

Invidia …

Invidia

2 commenti
Andrea Ferrari…‪ e ti “invidio” per questo. anche se la parola è grossa e sbagliata perché in realtà sono felice per te, per voi ….. mi fa riflettere…
 ‬

‪



‬
Fausto Accorsi‪ Un giorno se vorrai mi spiegherai le tue riflessioni! Magari domani sera di persona!!

“allora, ti va di dirci cosa ti fa riflettere?”

Continua a leggere

“Papà, non riesco a dormire”

“Papà, non riesco a dormire”.
Quante volte l’ho sentito dire da mio figlio nelle notti che sono trascorse da gennaio sino a giugno in questo 2014?
Tante.
Troppe.
Quante volte gliele ho sentite dalla fine della scuola a venire a settembre. Nessuna.
Continua a leggere

Bisogna essere sempre ubriachi …

1261479230_bacio

“Bisogna essere sempre ubriachi.
Tutto sta in questo: E’ l’unico problema.
Per non sentire l’orribile fardello del tempo.
Del tempo che rompe le vostre spalle
e vi inclina verso la terra,
bisogna che vi ubriacate senza tregua.
Ma di che? di vino, di poesia o di virtù,
a piacer vostro. Ma ubriacatevi.
E se qualche volta sui gradini di un palazzo,
sull’erba verde di un fossato,
nella mesta solitudine della vostra camera,
vi risvegliate con l’ubriachezza già diminuita o scomparsa,
domandate al vento, all’onda alla stella all’uccello all’orologio,
a tutto ciò che fugge a tutto ciò che geme
a tutto ciò che ruota, a tutto ciò che canta
a tutto ciò che parla, domandate che ora e’;
Ed il vento, l’onda, la stella, l’uccello, l’orologio vi risponderanno
“E’ l’ora di ubriacarsi !”
Per non essere gli schiavi martirizzati del tempo, ubriacatevi;
Ubriacatevi senza smettere!
Di vino di poesia o di virtù, a piacer vostro.
(Charles Baudelair)”

So long
Andrea