Langhi Games 2017 – Immagini

IMG_20170621_232447_621

Per la prima volta a Langhirano si è tenuta domenica 11 giugno una fiera del gioco e dell’intrattenimento. Organizzata dagli amici de Il dado cosmico di Langhirano in collaborazione con Langhiranovalley.it – Mr Rano  ha visto il centro culturale riempirsi di persone sorridenti, giocatori di carte, disegnatori e un folto pubblico di appassionati o semplici curiosi.

Durante l’evento si sono svolti anche tornei e incontri, tra cui Torneo di Risiko,  Torneo di Pandemia, Torneo di Puzzle e molto altro.

Parola d’ordine: allegria!!! Continua a leggere

Speed Down 2017 – immagini

IMG_20170614_233259_064

Domenica 11 giugno si è tenuta a Traversetolo, in provincia di Parma, la seconda prova valida per il campionato regionale Emilia-Romagna di “Speed Down”.

“Lo speed down è uno sport che trova nella velocità la sua essenza:  si tratta di una disciplina molto adrenalinica, competitiva, sana e che rispetta la natura, infatti i mezzi utilizzati non producono alcun inquinamento, nè acustico nè atmosferico. I piloti scendono lungo strade asfaltate alla guida di mezzi ad energia gravitazionale (privi di motore) e devono impiegare il minor tempo possibile (se si tratta di discesa cronometrata) oppure sopravanzare gli altri concorrenti (in caso di discesa a sfida diretta) per completare percorsi mediamente di circa due chilometri.

Serve abilità, coraggio, precisione di guida, capacità di messa a punto del mezzo, tenuta fisica e psicologica.
Continua a leggere

Il giro dell’Uomo Morto

IMG_2816

#Diariodibordo, Data terrestre 28 maggio 2017

“Dai momi, ormai siamo in cima!!! anche perché piante non ne vedo più ma solo il cielo azzurro”. Provo a rassicurare Cinzia che ormai la salita è finita.

“Anch’io vedo il cielo, ma mi sembra pieno di stelle”. Lei la butta sul ridere ma so che questo pezzo di percorso l’ha stancata. Continua a leggere

“Ogni maledetta curva – immagini di Andrea Ferrari” – in mostra alla Libreria LiberaMente

Ogni Maledetta Curva - copertina blog

Ciao a tutti!!!
è con grande piacere che vi comunico che la Libreria LiberaMente  di Langhirano (Parma) mi offre la possibilità di esporre le immagini del progetto fotografico “Ogni maledetta curva” all’interno dei suoi spazi espositivi. Continua a leggere

“ZeroZero – L’infinito” – audiovisivo corto

Sempre caro mi fu quest’ermo colle,
e questa siepe, che da tanta parte
dell’ultimo orizzonte il guardo esclude.
ma sedendo e mirando, interminati
spazi di là da quella, e sovrumani
silenzi, e profondissima quiete
io nel pensier mi fingo; ove per poco
il cor non si spaura. E come il vento
odo stormir tra queste piante, io quello
infinito silenzio a questa voce
vo comparando: e mi sovvien l’eterno,
e le morte stagioni, e la presente
e viva, e il suon di lei. Così tra questa
immensità s’annega il pensier mio:
e il naufragar m’è dolce in questo mare.

(Giacomo Leopardi)

Come scritto in altro articolo, Il progetto fotografico che chiamo “ZeroZero” il cui nome è chiaro riferimento al numero del sentiero CAI di crinale, che unisce il Passo della Cisa con il Passo del Lagastrello, lo sto ragionando in varie forme di rappresentazione.

Oltre al portfolio fotografico, e ad una versione di audiovisivo più semplice nella sua struttura, questa seconda costruzione vuole essere una lettura più personale e intima. Continua a leggere

“ZeroZero – Solo per i miei occhi” – Audiovisivo

img_2083
Il progetto fotografico che chiamo “ZeroZero” il cui nome è chiaro riferimento al numero del sentiero CAI di crinale, che unisce il Passo della Cisa con il Passo del Lagastrello lo sto ragionando in varie forme di rappresentazione.

Oltre al portfolio fotografico, ossia un gruppo omogeneo e con una “storia” di immagini stampate, l’ho ragionato da subito anche come nella struttura dell’audiovisivo, che ho realizzato in due versioni. Continua a leggere

Base Nato. Mtb e misteri

base-nato-21

#Diariodibordo, Data terrestre 15 luglio 2016

Era una giornata calda.

Erano le 11 di una giornata calda di luglio sopra l’abitato di Feglino. Procedevo lungo la strada asfaltata che dal paesino ligure si inerpica in direzione Pian dei Corsi. Erano già un paio d’ore che ero in giro con la mia Rocky Altitude. Ero partito dall’agriturismo “I Lamoi”, poco sopra Finale Ligure, per salire lungo la strada per San Bernardino che abbandonavo, in via degli Alisei, per prendere un sentiero che prima attraversava prati e poi il bosco portandomi alla prima discesa di giornata, la Dolmen; un chilometro e mezzo di un percorso tecnico con fondo di terra e rocce che termina con un rettilineo che immette direttamente sulla provinciale per Feglino.

Abbassavo le ginocchiere, toglievo le gomitiere e con calma iniziavo il mio calvario. Avevo deciso che sarei arrivato alla Base Nato pedalando nonostante non fossi partito presto e ben conscio che non sarebbe stata una passeggiata. Continua a leggere