Montemarcello crash – immagini e traccia GPS

dummy_logo

#DiariodiBordo, data terrestre 15 ottobre 2017

“Mapporca di una sfiga!!!”

Tiro un pugno sul volante della macchina mentre davanti a noi vedo solo luci rosse degli stop di vetture incolonnate in un lungo serpentone da ormai 4 chilometri e che si perde in lontananza lungo l’autostrada della Cisa. Cinzia mi guarda dal sedile del passeggero, stringe leggermente le labbra, una smorfia, ma non mi dice niente. Niky dorme sul sedile posteriore, stanco dalla giornata non esattamente leggera.

Sono le 22 e 20 di una domenica in cui non riesco ancora a scorgere lati positivi; forse arriveranno nei prossimi giorni, quando la rabbia, lo sconforto e la fatica magari lasceranno il posto solo alle sensazioni positive provate.

Ma ora no, ora non mi riesce proprio. Continua a leggere

Annunci

Primo giro sull’Acuto – immagini e tracciaGPS

IMG_2977

#DiariodiBrodo, data terreste 8 luglio 2017

“Tranquilli, anche se è la prima volta che fate questo sentiero, non potete sbagliare al rientro visto che per un bel pezzo i boscaioli hanno lasciato una autostrada devastata con i loro trattori”.

Mentre sono seduto su sassi che costeggiano il lago Paduli al Passo del Lagastrello, mi ritornano in mente le parole del gestore del Rifugio Città di Sarzana, ai piedi del Monte Acuto. L’unico aspetto brutto di un giro corto, impegnativo e con scorci stupendi è stato proprio un tratto di sottobosco devastato dai boscaioli. Una cosa che continua a disturbarmi anche ora che sono qui alla fine del giro a gustarmi la luce calda della sera su questo specchio d’acqua un po’ più basso del solito ma che infonde sempre una grande calma.

Stamattina siamo partiti da qui io e Cinzia per andare alla scoperta di sentieri per noi nuovi dato che mai prima d’ora avevamo camminato in zone di appennino reggiano. Continua a leggere

XV Lunga marcia dei 100 Laghi – tracciaGPS

IMG_20170702_123135

#DiariodiBordo, data terreste 2 luglio 2017

“Hai visto che anche quest’anno fanno la Lunga marcia? Cosa dici, andiamo?”.
Cy mi guarda, sorride e conferma. “Si, quest’anno rientriamo un giorno prima dalle ferie e lo andiamo a fare”.

La Lunga marcia dei Cento Laghi è una camminata non competitiva di 16km che unisce il Rifugio Lagdei al Rifugio dei Lagoni, ai piedi degli appennnini dell’Alta valle del Parma.
Il motivo principale per cui vogliamo farla sta nel fatto che una volta arrivati alla fine del percorso un bus navetta ci porterà alla zona di partenza.
Lo so, scritto così sembra che siamo degli sfaticati, ma in realtà quello che noi vogliamo evitare sono i 5km di strada forestale su cui generalmente le automobilisti “sfrecciano” alzando muri di polvere infischiandosene dei poveri pedoni. Continua a leggere

Cartoline di vacanze bagnate

_1600557

#DiariodiBordo, data terreste 30 giugno 2017

Guardo il lago seduto sui sassi.
Il vento i porta gli schizzi dell’acqua contro gli scogli. Davanti a me sfrecciano i surfisti aggrappati alla loro vela. Oggi non piove, non ancora almeno, ma il vento che arriva da sud è freddo. Nonostante tutto a Riva la gente si sdraia sul prato per prendere il sole e fare un bagno.
Poco distante da me Cinzia costringe Nicola a giocare alla scena del “Titanic” finendo con il ridere insieme a lui. Continua a leggere

2500 scalini

2500 scalini - copertina

#Diariodibordo, data terreste 02 giugno 2017

“Mi sudano persino gli stinchi”.

Mentre percorriamo in salita la scalinata di pietre che dal mare risale verso l’abitato di Monesteroli per proseguire successivamente verso il sentiero CAI 535 di La Spezia, il pensiero espresso da Cinzia è anche il mio. Guardando all’insù sembra di dover camminare su un muro.

“Era peggio stamattina a scendere perché oltre all’altezza dei gradini c’era anche quella sensazione di vuoto data dallo spazio attorno”. La vista però era bellissima con il sentiero che scendeva a strapiombo verso un mare limpidissimo e una caletta con poche persone a fare il bagno.
Continua a leggere

Il giro dell’Uomo Morto

IMG_2816

#Diariodibordo, Data terrestre 28 maggio 2017

“Dai momi, ormai siamo in cima!!! anche perché piante non ne vedo più ma solo il cielo azzurro”. Provo a rassicurare Cinzia che ormai la salita è finita.

“Anch’io vedo il cielo, ma mi sembra pieno di stelle”. Lei la butta sul ridere ma so che questo pezzo di percorso l’ha stancata. Continua a leggere

“Aikido in 11 foto” – audiovisivo di Andrea Ferrari

_1650073

Quando nell’estate del 2014 Nicola mi chiese di fargli praticare un’arte marziale, rimasi inizialmente basito perché, conoscendolo, non avrei poi creduto che avrebbe poi frequentato conoscendone la ritrosia nei confronti degli scontri fisici.

Abbiamo invece scoperto una disciplina che basa il suo essere nell’apprendimento di tecniche difensive e soprattutto sull’importanza di conoscere se stessi.

Questa arte marziale giapponese si chiama Aikido. Continua a leggere